Diversi tipi di batterie per orologi

Diversi tipi di batterie per orologi

Le batterie sono una necessità primaria per il funzionamento dei dispositivi di ogni giorno e possono distinguersi per diversi aspetti, come per esempio grandezza, capacità ed energia. Per questo motivo, ci si chiede spesso quale batteria usare per i dispositivi che acquistiamo. In primo luogo, bisogna fare una differenza tra batterie primarie e batterie secondarie. Le batterie primarie sono quelle usa e getta, che con il loro utilizzo si scaricano e, pertanto, debbono essere cambiate. Le batterie secondarie, invece, sono batterie ricaricabili. Qui di seguito vi raccontiamo un po’ cos’altro distingue i vari tipi di batterie.

Batterie AA / AAA / AAAA

Batterie
Batterie

Queste pile vengono impiegate per numerosi dispositivi di uso giornaliero, come telecomandi, fotocamere, giocattoli, segnalatori di fumo o orologi. Batterie AA / AAA / AAAA: le batterie alcaline, le batterie al litio, le batterie zinco-carbone è possibile trovarle in molte marche. Se desiderate mettere in funzione uno degli orologi da parete del nostro shop, vi consigliamo volentieri quali tipi di batterie usare. Nel nostro Karlsson KA5703, per esempio, vanno inserite batterie di tipo AA.

Batterie di tipo C e D

Le batterie di tipo C sono a forma di cilindro, con un’altezza di 50 mm e un diametro di 27 mm. Le batterie di tipo D sono anche a forma di cilindro, ma con un’altezza di 61,5 mm e un diametro di 34,2 mm, quindi decisamente più grandi delle C. Le batterie di tipo C e D vengono impiegate per dispositivi elettrici più grandi, come radio, torce e giocattoli.

Batterie a bottone

La maggior parte degli orologi da polso funzionano con batterie a bottone in ossido di argento, essendo piccole e, quindi, permettendo così un risparmio di spazio nella struttura. Le batterie degli orologi hanno di regola una densità di corrente elettrica esigua e una tenuta ermetica elevata. Le batterie a bottone vengono impiegate in dispositivi che necessitano di poca energia o che vengono utilizzati poco frequentemente. Per esempio, in calcolatrici, orologio da polso, apparecchi acustici o mini-torce. Come esempio potete vedere il nostro Sternglas SNQ01/104, un orologio al quarzo che necessita di una batteria a bottone.

JVD HT100.2 con motivo a scacchiera

JVD HT100.2 con motivo a scacchiera

Il nostro orologio della settimana è lo JVD HT100.2, un orologio murale moderno con un design inconfondibile. Questo, infatti, rimanda a una scacchiera o a un disegno a quadri. Scoprite con noi cosa rende unico il nostro orologio.

Il motivo a scacchiera

Un motivo a scacchiera è un pattern geometrico e simmetrico, fatto solitamente di quadrati, i cui colori variano sia orizzontalmente che verticalmente. Il motivo a scacchi più semplice consiste in quadrati bianchi e neri coi come chiari e scuri che si ripetono regolarmente. Una variante nei colori dello stesso motivo è quella in cui si alternano più di due colori. I motivi a scacchiera si trovano già sui vasi greci preclassici e sugli antichi mosaici da terra greci e romani. La popolarità originale di questi motivi decorativi non ha nulla a che fare, tuttavia, con il gioco degli scacchi, allora sconosciuto; molto probabilmente questo motivo deriva dalla tradizione tessile e di intreccio.

Con l’invenzione e la rapida diffusione del gioco degli scacchi, la popolarità del motivo a scacchiera è aumentata considerevolmente. Nel medioevo è possibile trovare motivi a scacco e a rombi come sfondo decorativo o come decorazione per le facciate delle chiese. Non ci sono ancora certezze sulla simbologia dei motivi a scacchi. Eppure, questi si ritrovano nei sistemi di reticolazione e rimandano – a seconda della regione – ad un significato apotropaico. Soprattutto gli elaborati motivi a scacchiera che si trovano sulle mura esterne, agli angoli dei palazzi, ecc… possono essere interpretati come apotropaici.

Schachbrett
Schachbrettmuster

Lo JVD HT100.2

Un motivo a scacchiera si trova, infatti, anche nel nostro orologio JVD. Lo JVD HT100.2 possiede un diametro di 49 cm, dalla cui rotonda cassa in plastica rotonda si protraggono lunghe barre nere e fini che vanno a formare una struttura a raggi di diversa misura. Ogni raggio termina con un cristallo quadrato nero. I cristalli quadrati compaiono anche nella struttura dell’orologio, creando così il motivo a scacchiera. Quattro raggi mostrano gli indici, e cioè quattro numeri arabi neri incorporati nella struttura e che sostituiscono i cristalli quadrati finali. Le lancette dell’orologio murale sono dorate.